La storia dell'indirizzo Alberghiero

L'I.P.S.S.A.R. di Ferrara nasce, nel 1985 (fino a quel periodo l'indirizzo Alberghiero in provincia di Ferrara era presente presso il Centro Scolastico del Lido degli Estensi come sezione staccata dell'IPC).  Sin dall'inizio si è imposto come una fondamentale realtà formativa, la cui importanza è andata consolidandosi, comprovata da una serie di fatti significativi nell'ambito delle grandi riforme contrassegnanti il mondo dell'istruzione a livello nazionale.

L'Istituto ha svolto costantemente un ruolo di primo piano nelle strutture sperimentali del Progetto 92 (poi Nuovo Ordinamento), sin dal 1987, e del Progetto 2002, sin da metà anni '90. E' stato referente ministeriale in plurime azioni di rinnovamento amministrativo e didattico, ma anche referente ministeriale di attività a valenza europea, sino a costituire nell'anno scolastico 2002/03 un corso serale indirizzato agli adulti.

Ancor prima dell'avvento dell'autonomia scolastica (anno 2000) l'Istituto ha intrattenuto rapporti e relazioni con gli Enti Locali e le Associazioni di categoria tanto da diventarne partner in tutti gli eventi e manifestazioni promossi dalla Prefettura, Questura, Provincia, Comune, Camera di Commercio ed Uffici Scolastici Periferici.

Il completo riconoscimento da parte del tessuto socio-economico della città è avvenuto in occasione della visita di Papa Giovanni Paolo II nel 1990, dove per volontà dell'Arcivescovo il nostro Istituto si è occupato del banchetto ufficiale e dei pasti del Pontefice. Fra le attività di rilevanza nazionale si segnalano: l'attività di accoglienza e accreditamento alla Festa Nazionale della Polizia svoltasi a Ferrara il 29 settembre 2011, alla presenza del Capo della Polizia Prefetto Antonio Manganelli; il buffet per l'inaugurazione del MEIS il Museo dell'Ebraismo Italiano e della Shoah, alla presenza del Presidente della Repubblica Sergio Mattarella (dicembre 2017); il banchetto ufficiale per il primo compleanno del PNSD "Futura Bologna" svoltosi il 18 gennaio 2018 alla presenza del Ministro dell'Istruzione Valeria Fedeli; 

Oggi, punta d'eccellenza del panorama formativo non solo ferrarese, l'Istituto è membro della Rete Nazionale degli Istituti Alberghieri Italiani (RENAIA), della quale ha contribuito fattivamente alla nascita, della Rete Regionale degli Istituti Alberghieri (RERIA), è membro del Consorzio degli Istituti Professionali dell'Emilia Romagna e membro dell'Associazione Europea degli Istituti Alberghieri e del Turismo (AEHT), associazione che riunisce tutte le scuole alberghiere e turistiche.

Alla dirigenza dell’istituto è attribuita la Presidenza italiana di AEHT sino al 2017.

L'Istituto, articolato nelle sue diverse specializzazioni, collocandosi nel cuore di un'area a vocazione eminentemente turistica, svolge la propria opera formativa rispondendo alle esigenze di ruoli imprenditoriali e professioni molto qualificate in riferimento all'evoluzione del mercato turistico provinciale. Se fino agli anni '80 l'area turistica prevalente della provincia era la costa, ora la città è di diritto entrata nei circuiti del turismo culturale e delle città d'arte, il territorio ha scoperto il turismo enogastronomico e non per ultimi i flussi turistici di tipo naturalista: il Delta del Po' con le sue riserve.

La particolare collocazione sul territorio ci permette di godere di un bacino di utenza molto vasto, che esorbita dai confini della provincia e interessa anche le province di Bologna, Rovigo, Ravenna, Mantova e Modena. Questa situazione è dovuta al richiamo determinante dalla ricchezza dell'Offerta Formativa, nella quale sono massicciamente presenti proposte progettuali professionali.

Con l'anno scolastico 2010/2011 entra progressivamente in vigore il riordino della scuola secondaria superiore.  L'Istituto Professionale Alberghiero confluisce nel settore Servizi ad indirizzo "Servizi per I'enogastronomia e l'ospitalità alberghiera" (B3), con tre Articolazioni attive: "Enogastronomia", "Servizi di sala e di vendita" e "Accoglienza turistica".