Il Piano di Studi

Dall'anno scolastico 2010/2011 entrando progressivamente in vigore il riordino della scuola secondaria superiore, l'Istituto Tecnico Agrario confluisce nel settore Tecnologico ad indirizzo "Agraria, Agroalimentare e Agricoltura" (C8), con l'Articolazione "Gestione dell'Ambiente e del Territorio". Il 1 settembre 2012 su delibera della Giunta Regionale dell'Emilia Romagna il Ministero dell'Istruzione e Ricerca istituisce I'I.I.S. "Vergani Navarra" unificando I'I.P.S.S.A.R. "Orlo Vergani" di Ferrara con I'I.T.A.S. "F.lli Navarra" di Malborghetto e di Ostellato. Entrambi gli Istituti posseggono una riconosciuta tradizione nel panorama scolastico provinciale con menzioni anche a livello nazionale e, forti di questa storia, pur mantenendo i loro rispettivi percorsi differenziati, sperimentano forme integrate di curricula per formare un professionista che possegga competenze nei settori enogastronomici e agroalimentari., rispondendo all' evoluzione della realtà socio economica-territoriale, costituisce così il Polo Agro-Alimentare Estense. 

A partire dal 1 settembre 2013 è attivo anche il percorso Professionale, settore Servizi ad indirizzo "Servizi per l'Agricoltura e lo Sviluppo Rurale", opzione "Valorizzazione e commercializzazione dei prodotti agricoli del territorio", che riporta in vita il percorso professionale, offrendo agli studenti una maggior scelta di percorso formativo. Negli ultimi anni, l'Istituto Tecnico ha potuto sperimentare ed approfondire il discorso sulla sostenibilità e sull'energia, sia all'interno dei corsi e delle diverse discipline, sia nei progetti e negli eventi organizzati e realizzati presso il Navarra. Nell'anno 2012-2013, si raggiunge l'apice del percorso che ha portato alla realizzazione di un biodigestore e allo studio dei risultati ottenuti con il suo funzionamento. Il focus è chiaramente sulla sostenibilità ambientale e sociale di tutta una serie di fenomeni di cui l'agricoltura è al centro: fornire il cibo che ci sostiene, tutelare il territorio (piante e animali), contribuire alla produzione di energie rinnovabili, sperimentare nuove tecnologie e riscoprire l'antica arte dell'agricoltura. L'impegno e la serietà che hanno fatto del Navarra un centro importante della vita scolastica (e non solo) della provincia certamente lo sosterranno nelle sfide a venire, nella convinzione che l'eredità del passato sia un patrimonio indispensabile per affrontare serenamente il futuro. Il cammino è in direzione di un professionista nella gestione dell'ambiente, che rispetti e tuteli la natura in tutte le sue forme viventi, che sappia riconoscere i frutti della Terra, la terra stessa, l'acqua e l'aria come doni preziosi. Una persona che conosca il valore delle risorse naturali di cui ogni giorno, ogni istante, l'essere umano ha bisogno per nutrirsi, ripararsi, respirare, vivere e che quindi voglia e sappia preservarle, utilizzandole in modo sostenibile e intelligente per poterle lasciare un giorno in eredità a chi oggi non è ancora nato, a compimento e rinnovo di quel ciclo e quel patto iniziato quasi un secolo fa dai fratelli Navarra. Nell'indirizzo C8 sono previste le articolazioni "Produzioni e trasformazioni", "Gestione dell'ambiente e del territorio" e "Viticoltura ed enologia". Il nostro Istituto offre l'articolazione "Gestione dell'ambiente e del territorio", in cui vengono approfondite le problematiche della conservazione e tutela del patrimonio ambientale, le tematiche collegate alle operazioni di estimo e al genio rurale.

immagine nel testo